Tipologie e uso delle celle frigorifere

Con cella frigorifera si indica un locale idoneo alla conservazione degli alimenti, dove la temperatura interna alla cella stessa risulta inferiore alla temperatura esterna. Se in una singola struttura sono presenti più celle frigorifere, allora la stessa prende il nome di “magazzino frigorifero”.

Con la stessa denominazione si può indicare anche una singola cella di dimensioni tali da occupare un fabbricato, anche di grandi dimensioni, con gli spazi necessari ai vari servizi annessi.

Le temperature
Le temperature all’interno delle celle frigorifere non sono sempre uguali, ma dipendono dalla natura e dalle caratteristiche degli alimenti da conservare.

Di solito si tende a pensare che in una cella frigorifera la temperatura sia sempre sotto zero, ma in effetti non è così. In genere, per esempio, i locali adibiti alla maturazione della frutta richiedono una temperatura di 18°C, quelli per la conservazione di alimenti che poi dovranno essere surgelati vengono mantenuti a 5°C, mentre le celle frigorifere idonee alla conservazione di verdure, gelati e soprattutto pesce vengono mantenute a 28°C.

Tipologie di celle frigorifere
Come abbiamo visto diversi prodotti alimentari richiedono differenti temperature per la conservazione. Ma non solo. Esistono anche varie tipologie di celle frigorifere adatte a scopi differenti.

Vediamole.
a) Per la conservazione
In questo caso i prodotti introdotti nella cella frigorifera risultano già pre-refrigerati e la temperatura, in genere superiore a 0°C, viene mantenuta costante.
b) Per prodotti già congelati
I prodotti già congelati vengono conservati in celle frigorifere con una temperatura costantemente sotto zero.
c) Celle di prerefrigerazione
In celle di questo tipo si preparano i prodotti che poi verranno conservati nelle celle frigorifere viste precedentemente. La preparazione consiste in un raffreddamento molto veloce degli alimenti da conservare.
d) Cella frigorifera trasportabile
Questa particolare cella viene realizzata in un singolo pezzo oppure in moduli assemblabili dopo il trasporto.
e) Ad atmosfera controllata
Una versione più avanzata e sofisticata della normale cella frigorifera è quella in cui la conservazione degli alimenti viene messa in atto mediante la sinergia tra bassa temperatura e atmosfera controllata.

Questa tipologia di cella frigorifera risulta particolarmente utile nella conservazione di prodotti del settore ortofrutticolo, dove la naturale tendenza all’ossidazione degli zuccheri e degli acidi viene contrastata dall’atmosfera controllata privata di ossigeno.

Settori di utilizzo
I settori dove, generalmente, si fa un larghissimo uso di celle frigorifere sono soprattutto il settore industriale e quello commerciale.

In campo industriale le celle frigorifere trovano ampio spazio in salumifici, lavorazioni carni, aziende del settore lattiero caseario, ortofrutticolo, ittico e lavorazione e conservazione del pesce. A queste attività vanno aggiunte anche le aziende che producono gelati e surgelati, prodotti farmaceutici e tanto altro.

Per quanto riguarda le attività commerciali, invece, possiamo elencare ristoranti e pizzerie, hotel, pescherie, macellerie, gelaterie, negozi di ortofrutta e dovunque ci sia la necessità di conservare alimenti.

La normativa di sicurezza
Nel caso di celle frigorifere ad uso industriale, quindi di medie e grandi dimensioni, esistono delle regole che devono essere rispettate per impedire incidenti di vario genere, a partire dall’eventualità che un soggetto rimanga chiuso all’interno della cella.

Ogni cella frigorifera industriale deve quindi prevedere ed evitare incidenti di questo tipo attraverso tutta una serie di caratteristiche utili allo scopo, quali la presenza di un sistema di allarme e la possibilità di aprire qualunque porta di uscita dalla cella anche dall’interno. In genere queste misure sono necessarie per celle frigorifere dove la temperatura interna viene mantenuta sotto lo zero.

Suggerito da: Iso Costruzioni Celle Frigorifere